Venice International University
Provincia di Venezia - Assessorato alla Cultura
IUAV - Senato degli Studenti
Vortice - Associazione Culturale
Comune di Venezia - Beni e Attività Culturali
Ministero dei Beni Culturali - Dipartimento dello Spettacolo

Nell'ambito del Corso di formazione sullo Sviluppo Sostenibile
organizzato in collaborazione con
Regional Environmental Center for Central and Eastern Europe e
Ministero dell'Ambiente e del Territorio


Risonanze 2004

Mercoledì 21 luglio 2004 ore 21.00 - Venice International University, Isola di S. Servolo
Ivo Papasov & His Wedding Band
Ivo Papasov, clarino
Nesho Neshev, fisarmonica
Vasil Denev Mitev, tastiere
Ateshkhan Yousseinov, chitarra
Salif Ali, batteria
Matyo Dobrev Milev, kaval
Maria Karafizieva, voce

Vaporetto linea 20
da fermata Monumento-San Zaccaria, Riva degli Schiavoni, alle ore 19.50 e 20.30
Vaporetto di ritorno da S.Servolo per Riva degli Schiavoni, ore 22.40 e 23.40


Nei suggestivi spazi della Venice International University nell'Isola di San Servolo, torna la musica di Risonanze!
Dopo la magia del trio di Larry Ochs, ecco l'energia contagiosa del clarinettista bulgaro Ivo Papasov con la sua Wedding Band, vera e propria festosa macchina da musica. In un'epoca di grande popolarità per la musica balcanica, Papasov può essere considerato una vera leggenda, dato che già a metà degli anni '70, quando la moda era ben lontana, ha incominciato a fondere le sonorità del folk balcanico con elementi moderni.
Di Papasov Frank Zappa ha detto: "la sua musica per matrimoni, suonata al mattino appena svegli, consente un pieno e durevole equilibrio anche al dirigente più impegnato!"
Un vero padre di quella che poi sarebbe stata chiamata, con troppi fraintendimenti, world music, nell'incanto di una notte estiva su un isola in mezzo alla laguna!

Lo strepitoso virtuoso bulgaro di Tracia, discendente da una stirpe di suonatori di zurna e di clarinettisti, è il più famoso musicista di wedding music. Nato nel 1952 a Kurdzhali, un villaggio in Tracia vicino ai confini con la Turchia e la Grecia, da famiglia turca e di origini rom, Ivo Papasov iniziò a suonare il clarinetto all'età di 9 anni e fondò, nel 1974, il gruppo Trakiya con il quale, in coppia con il sassofonista Youri Younakov, vinse nel 1986 il festival di Stambolovo; successivamente, a Plovdiv, formò il Plovdiv Jazz Folk Ensemble e continuò la sua carriera di musicista in giro per la Bulgaria, suonando in centinaia e centinaia di villaggi e cittadine, diventando il musicista più ricercato per le feste di matrimonio, costringendo spesso chi voleva ingaggiarlo a spostare la data delle nozze in un giorno in mezzo alla settimana, piuttosto che la domenica, pur di averlo. La notorietà in occidente è arrivata con Balkanology, prodotto da Joe Boyd nel 1991; il disco, un autentico capolavoro, mostra tutta l'abilità e l'energia di Papasov alle prese con dei classici da tutti i Balcani: brani macedoni, greci, rumeni, turchi e di propria composizione. C'è il furore e l'irruenza di un disco rock, l'abilità e il fraseggio del be-bop e l'asimmetria tipica dei tempi dispari bulgari; in alcuni momenti si ha l'impressione di stare in equilibrio su di una corda sospesa nel vuoto, catapultati in ritmiche e accordi orientali, inebriati dal suono di un clarinetto mai così violento e tagliente, dal suono pieno e compatto. Ma è tutto il gruppo a mostrarsi vigoroso e potente, dal magistrale fisarmonicista Neshko Neshev, ad una base ritmica veramente impressionate quanto a precisione e virtuosismo, per non parlare della bellissima voce della moglie di Papasov, Maria Karafezieva. Radici profonde, brani macedoni, greci, rumeni, turchi, tensione improvvisativa jazz, turbinoso virtuosismo di una band energica ed esuberante, convergono a formare una musica unica.

Ascolti:
Ivo Papasov "Balkanology" - Hannibal, 1991


Ingresso libero

Informazioni:
041 2719547
info@teatrofondamentanuove.it
vortice@provincia.venezia.it

 

Torna a Vortice