CITTA' DI VENEZIA - BENI, ATTIVITA' E PRODUZIONI CULTURALI
TEATRI E SPETTACOLO

FONDAZIONE DI VENEZIA - GIOVANI A TEATRO
VORTICE - TEATRO FONDAMENTA NUOVE
in collaborazione con
BASSANO OPERAESTATE FESTIVAL
DANCE INFORMATION CENTRE HELSINKI
con il patrocinio di
AMBASCIATA DI FINLANDIA, ROMA


PROGETTO RESI/DANCE
Coreografi in residenza

Venezia, Teatro Fondamenta Nuove

da venerdì 7 a venerdì 14 marzo 2008
ARTISTA IN RESIDENZA
EEVA MUILU
Con | Laura Pietiläinen e Heli Meklin
presentazione al pubblico: venerdì 14 marzo 2008 ore 21


Tre danzatrici finlandesi, Eeva Muilu, Laura Pietiläinen e Heli Meklin sono le nuove protagoniste del progetto Resi/Dance al Teatro Fondamenta Nuove di Venezia.

Ideata in collaborazione con Bassano Operaestate Festival, il Dance Information Centre di Helsinki e con il patrocinio dell'Ambasciata di Finlandia a Roma, la residenza delle tre artiste ha preso il via venerdì 7 marzo e si concluderà nella serata di venerdì 14 marzo, quando verrà presentato al pubblico il lavoro svolto, in una programma che, oltre alla collaborazione tra le tre coreografe, presenterà il celebrato solo di Eeva Muilu, "Vermiculus".


La residenza
Queste tre artiste si sono mosse negli ultimi anni sulla stessa scena, ma è la prima volta che decidono di collaborare direttamente e questa residenza veneziana è l'occasione per loro di scambiarsi punti di vista e confrontare le proprie idee espressive.

Le artiste in residenza si confrontano in questa settimana di lavoro sul tema dell'allargamento delle "possibilità dell'essere". Come si può affrontare questo argomento come una pratica artistica? Che differenti livelli di percezione e comprensione si possono raggiungere? Come creare spazi diversi di esistenza nel mondo stando assieme?

Sono queste poche domande il nocciolo del loro lavoro in residenza: attraverso un dialogo intenso e continuo, scambiandosi i ruoli di stimolatrice, osservatrice e esecutrice, mantenendo la mente ben aperta e giocosa.
Oggetto di approfondimento è anche il fatto stesso di "essere a Venezia": in che modo il loro essere, la comprensione e la collaborazione è influenzata dal lavorare in un luogo sconosciuto, circondate da una lingua che non comprendono?

Durante la serata finale, Eeva Muilu presenterà anche il suo apprezzato solo "Vermiculus", un lavoro sul tema della rappresentazione di sè e dell'autovalutazione, argomento che esce dall'ambito puramente teatrale per investire l'intera concezione umana. Nel lavoro si mettono in discussione i concetti di significato e valore, le aspirazioni e l'inadeguatezza: che cosa resta alla fine e cosa invece ci sembra poco importante e inutile?
Vermiculus è stato presentato per la prima volta nel 2005 all'International Theatre School Festival di Amsterdam, dove ha vinto il premio per la migliore performance straniera. Da allora il lavoro è stato presentato con successo in molti festival, in Finlandia e all'estero.


Eeva Muilu ha ottenuto il baccalaureato in danza alla Theatre Academy of Finland nel 2004 proseguendo poi gli studi al SNDO di Amsterdam. Sta terminando un master in coreografia. Due suoi lavori in solo, "Too many voices for one" (2003) e "Vermiculus" (2005) hanno girato molto in Finlandia e in tutta Europa, ottenendo un notevole successo di pubblico e critica. Tra i danzatori con cui ha collaborato, come danzatrice e coreografa, Marjo Kuusela, Jouni Järvenpää e Sara Wookey.


Web
extra.danceinfo.fi/english
www.finlandia.it


Ingresso libero/Free admittance

Informazioni/Information:
041 5224498, info@teatrofondamentanuove.it

Vortice - Associazione Culturale
email: vortice@provincia.venezia.it


Torna aVortice