CITTA' DI VENEZIA - BENI, ATTIVITA' E PRODUZIONI CULTURALI
TEATRI E SPETTACOLO

PROVINCIA DI VENEZIA - ASSESSORATO ALLA CULTURA
VORTICE - TEATRO FONDAMENTA NUOVE
in collaborazione con
BASSANO OPERAESTATE FESTIVAL VENETO


EVENTI DANZA
Coreografi europei

Venezia, Teatro Fondamenta Nuove

Venerdì 2 e sabato 3 maggio 2008 ore 21
QUASI STELLAR - APOSTOLIA PAPADAMAKI
SUPERLUX

ideazione e coreografia | Apostolia Papadamaki
danza | Markella Manoliadi, Dimitris Kaminaris
musica | Nikos Vassiliou
drammaturgia | Georgina Kakoudaki
costumi | Constantinos Zamanis
luci | Lefteris Pavlopoulos


Guidata dalle parole "e se tu non esistessi, dimmi perché io esisterei", Superlux, il nuovo lavoro della coreografa Apostolia Papadamaki è una storia da camera che scandaglia le relazioni fra i due sessi e cerca di mettere in moto quella luce suprema che l'amore (come nell'eros) emette.
Dopo avere sondato la sfera individuale e il conflitto tra immagine e identità, l'artista greca mette ora sotto il proprio microscopio l'amore e l'eros. Dopo una ricerca lunga e avventurosa sulla performance solista , attraverso le coreografie Human Female Study, Male Study e Hermaphrodite create come parti del progetto "Beauty Series" e presentate con successo in Grecia e all'estero, la Papadamaki è ora pronta a occuparsi di due danzatori.

Superlux è un duetto dinamico, pensato apposta per i danzatori Markella Manoliadi (25 anni) e Dimitris Kaminaris (51 anni), punto di incontro per due corpi, che sperimentano e praticano la danza in modi completamente differenti, così come due menti, ognuna rappresentativa della propria generazione.
Senza alcuna intenzione di sviluppare qualche ambiziosa teoria sull'amore, la Papadamaki entra in modo decisivo in un terreno dove le meraviglie dell'inaspettato possono verificarsi; in una stanza che è abitata solo periodicamente e che non reca in se le tracce di pretese, esclusività, realtà convenzionale o paura.
Un luogo dove due amanti sperimentano gli eccessi dell'amore e appoggiano al vita sui limiti della morte in una sfera temporale di totale soggettività. In questo universo unico c'è spazio solo per due. La loro sostanza e le loro energie non lasciano posto a niente e nessun altro.
Esistono solo per insegnare e apprendere l'uno dall'altra. E il pubblico, segreto intermediario, è chiamato a testimoniare ciascuno dei loro incontri come fosse ogni volta il primo.
Come in una scena di ricordi in un tempo non lineare, la stanza assomiglia a una canzone e il loro amore respira come un gesto rivoluzionario.


Quasi Stellar teatrodanza è stato fondato da Apostolia Papadamaki nel settembre del 2002, con l'obbiettivo di espandere gli orizzonti della danza e della performance. Il corpo in ogni sua forma è il soggetto di questa ricerca, perennemente in cerca di una certa qualità di trascendenza, oltre che di un forte senso di umanità e spiritualità
Quasi Stellar crede nel lavoro collettivo come possibilità di sviluppo personale dei suoi interpreti. Tutti i partecipanti, performer, artisti, sperimentano come la creazione sia un deposito personale e un affare collettivo. Attraverso una ricerca sistematica e la sperimentazione, utilizzando codici esistenti e trasformandoli, Quasi Stellar è costantemente tesa verso nuove modalità di espressione, nuove vie interpretative, oltre che verso nuove possibilità di relazione con altre forme di arte contemporanea

Apostolia Papadamaki, coreografa, ricercatrice e performer, è nata a Salonicco (Grecia), nel 1967.
Diplomata alla Scuola Nazionale Greca di Danza, ha approfondito nuove tecniche espressive a New York, tra il 1993 e il 1995, come borsista della Onassis Foundation, della Goulandris Foundation e del Merce Cunningham Studio.
Dal 1996 al 2001 è stata direttrice artistica della compagnia Sinequanon, creando molte coreografie presentate in tutta Europa. Nel settembre del 2002 ha lasciato Sinequanon per motivi artistici e ha fondato Quasi Stellar come passo ulteriore della propria ricerca, partecipando a importanti festival.
Parallelamente ha ricevuto numerose commissioni, collaborando con il regista e artista visuale Jan Fabre per creazioni come "Je suis sang" [2001] e "L' Histoire des" [2005]
Nel settembre del 2004 è stata la coreografa della cerimonia di apertura dei 12simi Giochi paraolimpici di Atene, ideando una coreografia ricca di umanità con 250 danzatori professionisti e 350 non professionisti, ottenendo una grande risposta di pubblico e critica.
Nel novembre del 2005 è stata invitata dal Ministro della Cultura a assumere la presidenza della Scuola Nazionale di Danza, ma è anche membro del direttivo del Centro per il Teatro Antico, membro dello I.E.T.M e del network ellenico per il teatro nell'educazione.


Web
www.quasistellar.gr


BIGLIETTI/TICKETS

Intero/Full price € 12
Ridotti/Reduced € 10
Soci Vortice € 8
Giovani a Teatro € 2.50

Riduzioni ammesse: giovani (under 18), anziani (over 65), residenti Comune di Venezia, studenti fino a 26 anni (dietro presentazione libretto/tesserino), Rolling Venice, Carta Giovani

PREVENDITE
BIGLIETTERIA ON LINE / BUY ON LINE

RETE DI VENDITA HELLO VENEZIA
call center (+39) 041 24.24

Azienda di Promozione Turistica APT VENEZIA
Uffici di Piazzale Roma, San Marco, Giardini Reali, Lido

Informazioni e prenotazioni/Information and reservations:
041 5224498, info@teatrofondamentanuove.it

Vortice - Associazione Culturale
email: vortice@provincia.venezia.it


Torna aVortice